domenica 4 luglio 2010

La nana (Affetti e dispeti)

  • Domenica 4 luglio, Cinema Mignon in Via Velletri

Joseph Losey si rivolterebbe nella tomba… Il suo servo è animato da intenzioni che “la nana” nemmeno si immagina nel più incredibile dei suoi sogni. Non si parla di lotta di classe ma di alienazioni dei sentimenti, non ci sono questioni tra padrone e servitore ma solo un’introversione che porta ad un vivere per procura. Il film è ben girato e nonostante l’incedere lento che indugia nella ripetizione di un lavoro quotidiano che ha fagocitato oltre vent’anni di vita della nana, si lascia vedere con interesse. Peccato per un finale totalmente privo di mordente che ancora una volta denuncia l’incapacità autoriale di scrivere storie di senso compiuto.

Abbiamo il solito “spaccato” che ormai da tempo ha esaurito il suo perché e che non regge l’epilogo di speranza/cambiamento che sembra animare la nana.

Destreggiandosi abilmente tra varie possibilità di registro ma senza mai abbracciarne alcuna con decisione, se si può trovare un pregio in questa vicenda è la sua capacità di restare slegata da un contesto storico e/o geografico.

Sicuramente un film che raggiunge la sufficienza per la capacità di incuriosire ma che delude nel suo abbozzare dei personaggi senza mai entrarci dentro con convinzione.

Certamente non è necessario precipitarsi in sala per vederlo perché poco aggiungerà alle vostre esistenze…

Come dicevo all'inizio... Il servo di Joseph Losey... da recuperare. Per me è un capolavoro irrinunciabile....

17 commenti:

Anonimo ha detto...

...bella la citazione di Losey...sono d'accordo sul giudizio complessivo e sopratutto ul fatto che i registi contemporanei sono carenti in fase di scrittura..girano tutti molto bene ma come in questo film sottovalutano il peso di un finale insipiente e banale, capace di far scendere un potenziale gioiello a livello dei tanti film ordinari che oggi si producono...

nickoftime de icinemaniaci.blogspot.com

Yeeshaval ha detto...

Ma che cazzo ci vai a fare al cinema?
Butti tempo e soldi, non ti piace mai niente.
Almeno investi dieci minuti in più a sceglierteli meglio, invece di fare la lagna ogni santa volta.

Il cinefilante ha detto...

scusa Yeeshaval ma pensa per te che mi segui con tanta costanza nonostante la lagna che faccio...
poi, dopo, quando hai risolto i tuoi problemi... torna che ne parliamo...

Ballestrero ha detto...

Ma ci passa proprio di tutto da queste parti... ;-)

Il cinefilante ha detto...

mon cher ballestrer... praticamente sappi che svolgo un servizio sociale... :-)

veri paccheri ha detto...

ciao cinefilante, bella rece, che da una parte mi dissuade dal vedere il film e dall'altra mi punge la curiosità..
colgo l'occasione per avvisarti che ti abbiamo premiata col nostro personalissimo premio dardos, un premio sconosciuto ma di sicura simpatia.

qui per sapere di più:

http://icinemaniaci.blogspot.com/

ciao!

Il cinefilante ha detto...

...ma grazie...! è molto carino il premio sconosciuto ma di sicura simpatia...
aderisco e mi metto a fare la lista dei miei blog preferiti... ma sarà dura arrivare a 15....!

Yeeshaval ha detto...

Cocca bella, mai sentito parlare di critiche?
I problemi, a occhio e croce, ce li hai tu se non ammetti che tutti approvino incondizionatamente quello che scrivi.
Io ti leggo quando mi pare, visto che è un blog pubblico, e commento quello che mi pare, visto che hai aperto il blog ai commenti.
Poi, se non ti piacciono i miei, cancellali pure... ne hai facoltà (1984 docet!)...

@Ballestrero: fai l'avvocato difensore di professione? "passa di tutto"? E tu chi saresti, di grazia?

Il cinefilante ha detto...

Gentile Yeeshaval...
forse non ti è chiaro che esordire con "che cazzo ci vai a fare al cinema?" è un atteggiamento aggressivo che non collima con "io detesto le risse".
A questo mi riferivo col risolvere i propri problemi...
Hai proseguito il tuo intervento dicendo che non mi piace mai niente... bè ti meriti una tiratina di orecchie.. se ti fossi presa la briga di contare quanti sono i film giudicati positivamente e quanti negativamente avresti scoperto, con sorpresa, che sono molto di più i primi.
I commenti poi non li cancello... perché sono spassosi e grande fonte di divertimento oltre che di studio sociologico...
Infine... ti ricordo che questo è sì un blog pubblico ma di cinema e non di commenti personali sulla sua pregevole autrice.
sei la benvenuta se vuoi parlare di un film... ma se devi fare solo attacchi alla mia persona non potrò fare a meno di consigliarti un supporto psichiatrico di sicuro aiuto!

Maura ha detto...

"I commenti poi non li cancello... perché sono spassosi e grande fonte di divertimento oltre che di studio sociologico..."

Insomma prendi per il culo chi ti segue?

Ballestrero ha detto...

DOMANDA
@Ballestrero: fai l'avvocato difensore di professione? "passa di tutto"? E tu chi saresti, di grazia?
RISPOSTA
Cocca bella, mai sentito parlare di critiche?

Yeeshaval ha detto...

Ho capito, tu sei una povera frustrata montata (che, tra le altre cose, sfotte indirettamente chi la segue e magari commenta) e il ballestrero il tuo lacché.
Bravi, continuate nel vostro piccolo orticello.
Adios

Il cinefilante ha detto...

per maura: non prendo per il culo nessuno... scusa e perché dovrei? ma sicuramente ho uno spiccato senso dell'umorismo che mi permette di farmi quattro risate quando qualcuno decide di entrare in rotta di collisione...

per Yeeshaval: chi è il ballestrero? prova a leggere le sue rubriche di galateo... che male non ti fanno..
infine il suggerimento: con questo caldo forse è necessario aumentare la dose... due pilloline invece di una!

Simona ha detto...

ma prendere la vita le cose un pò sopra le righe no?
una risata vi seppellirà !!! :-)

Il cinefilante ha detto...

ecco brava! ;-) falle uscire ancora un po' di più dalle righe... così tocca chiamare la guardia medica.... :-D

yeeshaval ha detto...

Complimenti davvero.....

Noto che la signora "Yeeshaval", dopo aver rubato il mio nick (che ho inventato io e che porto in rete da più di 5 anni) e dopo aver rubato di sana pianta le informazioni del mio profilo di Yahoo Answers (la roba che leggete nel suo profilo l'ho scritta io, non lei....sono parole mie, non sue), va pure a fare la cacacazzi in giro....

Mi accodo a quelli che ti dicono che dovresti imparare l'educazione.
Magari anche imparare a scriverti le informazioni personali da sola, non ti farebbe male. Descriversi con le parole degli altri è il massimo dell'insulsaggine....

Ogni volta che faccio una ricerca in rete sul mio nick mi capita la tua bella faccia e i tuoi bei contenuti davanti, ed ogni volta mi ricordo di quanto può essere seccante vedere il mio nome virtuale storico in mano a qualcuno che con me non c'entra proprio un càzzo.....

Fino ad ora ho taciuto, ma oggi mi va giù storta, guarda un po'.


Perdonate l'irruzione, so che il mio commento non c'entra nulla con il vostro spazio e vi chiedo scusa, ma questa cosa ce l'avevo nel gozzo da mesi e mesi, ormai.


Yeeshaval
(quella vera....googlare per credere)

Anonimo ha detto...

La follia umana ha ben pochi limiti ma tanti meandri!