domenica 28 dicembre 2008

The Spirit

  • Domenica 28 dicembre 2008, cinema Savoy in sala 3
  • Dopo spaghetti del Cavaliere Cocco con aglio e olio e peperoncino

Se si riesce a resistere per il primo quarto d'ora è probabile che The Spirit si lascerà vedere e che potrà anche piacere ma indubbiamente l'incipit è spiazzante... dialoghi stupidi e una estremizzazione dell'aspetto grafico che alla lunga diventa un po' fine a se stessa.
La maggior parte delle immagini sembra trarre ispirazione dalle macchie del test di Rorschach... Alcuni momenti sono visivamente e graficamente affascinanti ma molto freddi.
La fotografia è giocata tutta su accesi contrasti di luci e di ombre caravaggeschi, i colori primari, il trucco all'inchiostro di china spersonalizza i volti... Scarlett Johnson è banalizzata, con un volto cancellato e ridipinto come quello di una geisha.
Eva Mendes invece, come la metti la metti, è strepitosa!
Una Raquel Welch del nuovo millennio con un fondoschiena irresistibile che, con un colpo di scena del mio immaginario, scalza Jennifer Lopez dal podio di modello da raggiungere.
Da ora in poi il mio obiettivo sarà Eva Mendes!
Se avessi un personal trainer gli comanderei di concentrarsi solo lì... lascia perdere le braccia, le gambe.. gli addominali... che ogni energia sia dedicata a forgiarmi un culo come Eva Mendes!
Gli interpreti maschili un po' sottotono e poco inclini a generare icone indimenticabili... Samuel L. Jackson ormai è un impiegato statale del cinema e di certo non può competere col terzetto di gnocche focose di cui fa parte anche una Paz Vega in versione ballerina di danza del ventre.
Orsù il film si guarda.. si dice anche "carino!", uscendo dalla sala... ma non vibra, non tocca nel profondo, non porta alla luce niente di niente. E poi francamente la storia /tanto per cambiare) è esile esile. Tutto il dibattito lo possiamo incentrare tra i fumettari attempati che sicuramente sono impazziti e hanno raggiunto picchi di godimento mai provati prima prima... e tutti coloro che si sono recati al cinema solo per vedere un film.
Se questo fosse un blog "sociale" potrei pubblicare una rassegna sulle tipologie maschili e dedicare un'approfondita monografia sulla categoria che, superati i 16 anni di età anzi superati abbondantemente i 30 (e a volte pure i 40) continua a godere in maniera misteriosa coi fumetti.
Ma questo è solo un blog in cui il cinefilante sproloquia sui film che ha visto... quindi vi risparmierò le mie teorie... eppure ce ne sarebbe da dire su questa categoria...
Insomma non ho molto da dire su The Spirit... visivamente affascinante ma molto ripetitivo, storia inesistente, qualche accenno di divertente ironia, tre attrici conturbanti.
Sì... i fumettari impazziranno... ma per me resta solo "carino"...

Se anche voi siete sopravvisuti a queste feste che hanno tentato peggio di un super eroe cattivo di stroncare ogni vostra energia, ogni vostra forma fisica e soprattutto se avete esagerato con i torroni e i panettoni.. procuratevi una radice di zenzero (che ormai si trova ovunque, pure al supermercato sotto casa..) e dopo i pasti principale fatevi un bel tè leggero (possibilmente verde) e grattateci un bel pezzetto di radice. Lasciate in infusione per qualche minuto e bevete la pregiata bevanda. Vi sentirete meglio e il vostro stomaco ve ne sarà grato!

2 commenti:

veri ha detto...

non sapevo 'sta cosa dello zenzero. la proverò di certo! :)

Il cinefilante ha detto...

è un rimedio ayurvedico veramente potente! prova e fammi sapere...