domenica 31 ottobre 2010

Salt


Seguo Angelina Jolie dai tempi di Hackers, ai suoi esordi cinematografici.
Avevo previsto il suo successo che però si è concretizzato più sul gossip che sul lato artistico, se non fosse per la benedizione impartitale da Clint Eastwood...

Salt comunque non è poi così indegno e va premiata almeno l'idea di giustificare l'espressione monolitica di Angelina con il fatto che è una spia russa super addestrata. L'impeto patriottico e spionistico non tiene conto della perestrojka ma tant'è e noi ci becchiamo il film così come arriva sugli schermi.
Il nodo della trama non è malvagio ma l'infarcitura posticcia e vista milioni di volte di inseguimenti, combattimenti e esplosioni ripiombano inesorabilmente il film nel genere à la mission impossible ma totalmente spogliato da una qualasisi, seppur finta, ironia.
Insomma ordinaria amministrazione in cui nemmeno si gode appieno della bellezza della protagonista, sempre con tailleur sciatti e gualciti o stare ore qui a parlare del perché  Angelina sceglie dei copioni uno più sgangherato dell'altro o del perché non riesce a trovare una pettinatura che valorizzi il suo viso, cosa che invece è perfettamente riuscita a Jennifer Aniston.... Ma si sa.. non si può avere tutto dalla vita....

Abbinamento televisivo con l'ormai terminata serie Battlestar Galactica, che ha completamente rivoluzionato le mie classifiche personali dei serial di fantascienza, sbaragliando Star Trek The Next Generation dal primo posto. Sono solo 4 stagioni quindi, su, non è proprio difficile spararsela in queste prime sere piovose dell'autunno. Personaggi con in fiocchi e capovolgimenti psicologici da paura! Datemi retta.....

7 commenti:

Alfiere111 ha detto...

beh concordo su tuo commento.
il problema che a volte vuoi andare al cinema e non c'è proprio niente di veramente interessante e scegli per esclusione...

ma tu credi che ci sarà un seguito?

A me pare di aver visto un telefilm a puntate invece di un film (molto amareggiato)

Il cinefilante ha detto...

Caro Alfiere111, hai toccato un argomento che molto spesso mi fa pensare e che avevo già notato moltissimi anni fa nelle mie escursioni tra USA e UK. Un gruppo di film selezionati dalla distrubuzione che vengono imposti agli spettatori. quelli ci sono e quelli ti devi vedere se vuoi andare al cinema. ecco io sarei dell'idea che andara al cinema è una cosa bellissima e che mi piace tanto ma vorrei vedere più spesso un bel film. andare al cinema si sta trasformando in vedere brutti film. e anche film che prima non saresti andato a vedere ora li vai a vedere perché non c'è nient'altro.
alla fine di questo lavaggio del cervello noi cinefili saremmo ridotti al ruolo di banali consumatori di cinema di basso livello.
che tristezza.....

masmassy ha detto...

Mannaggia mi vergogno di me ma quando un attore o attrice mi stanno sull'anima non vado volentieri a vedere i loro film... mi capita con la Jolie, Julianno Moore, Nicholas Cage e molti altri... uff.

Ballestrero ha detto...

Aaaahh!! Hai già visto Salt ed io malapena ho visto i cartelloni per strada! Beh col tuo idolo Angelina, non mi sarei aspettato di meglio, ehehehe!!!!

@ Masmassy: condivido con te il mio odio per quella faccia da cazzo di Nicolas Cage...

Il cinefilante ha detto...

Nicholas Cage non lo sopporto nemmeno io ma ho apprezzato parecchi film in cui era, ahimè, il protagonista!

Silvietta ha detto...

Pure io concordo cara, film così così e Angelina è da tempo che non imbrocca un film e che fa espressioni monolitiche... anche tu amante di Battlestar Galactica?Grande!

Il cinefilante ha detto...

Battlestar è un mito assoluto!!!