martedì 28 gennaio 2014

I segreti di Osage County







Per fare certi film o ti chiami Tennessee Williams oppure è meglio lasciar perdere.
Non è tanto la matrice teatrale che pesa su Osage County ma una recitazione eccessiva, gigiona e urlante da non augurare al peggior nemico. Il tutto condito da un linguaggio che è tutto un fuck di qua e un fucking di là, chissà forse a voler essere crudo ma a me è sembrato solo molto ridondante. Insopportabile la Streep che aggiunge del suo ad un personaggio di per sé già odioso, inguardabile Julia Roberts, bellezza svanita in tratti equini induriti.
La bocca pesantemente siliconata non aiuta.
Juliette Lewis poverina porta in faccia i segni dei bagordi giovanili a base di alcol e droga.
e si arriva fino alla fine della visione è solo per curiosità, per vedere se nel progredire del dramma famiiare alcune scomode verità verranno fuori.
E' vero che i gusti non si discutono ma mi riesce difficile credere che qualcuno potrà adorare questo film o anche solo che l'Academy si sputtani assegnando l'ennesimo Oscar alla Streep.
Insomma io vi consiglio di non farvi abbindolare da questo parterre attoriale a meno che non abbiate l'intimo desiderio di farvi martellare i coglioni per ben 2 ore e dieci minuti.
Ci sta tutta che a qualcuno possa anche piacere e in questo caso si rechi di corsa al cinema più vicino, ne avrà ben donde.

 Abbinamento cinematografico, che le famiglie siano incasinate si sa... in Broken ce ne sono varie e tutte complicate ma il tutto è raccontato con una delicatezza che nulla toglie al dramma. Non sto facendo un paragone tra i due film ma Broken vale la pena vederlo, Osage County no.



12 commenti:

Beatrix Kiddo ha detto...

Assai curiosa di leggerti...

LAMPUR ha detto...

Io non osage...

Il cinefilante ha detto...

e facesti bene Lampur

Il cinefilante ha detto...

Beatrix c'è poco da leggere, due ore che avrei potuto dedicare a ben altro!

Beatrix Kiddo ha detto...

Chiara e concisa...direi che questo lo posso saltare!(secondo me l'oscar lo vince la Blanchett)

veri paccheri ha detto...

guarda, andrei a vederelo solo per ammirare l' "inguardabile Julia Roberts, bellezza svanita in tratti equini induriti. La bocca pesantemente siliconata non aiuta"
ahahahahh ;-)

Il cinefilante ha detto...

fosse solo questo! ha una parte molto antipatica, molto dura che non lascia trasparire nulla di un passato da commedia brillante. Il capello liscio e attaccato alla testa come nemmeno Morticia Addams. Che débâcle!

Macsi ha detto...

Bè, grazie, 2 ore e 10. Ci andrò solo per vedere se riesco a limonare.

Il cinefilante ha detto...

spero bene che tu non ci vada per le martellate... :-D

Graziolina ha detto...

Allora il mio istinto non mi ingannava, ce l'ho sul pc (in lingua originale) da un paio di settimane ma qualcosa mi tratteneva dal vederlo... Dopo la tua recensione però ovviamente mi è venuta voglia ;-)
OT: sarei curiosa di sapere la tua opinione su The Wolf of Wall Street, hai intenzione di vederlo/parlarne?

Macsi ha detto...

Ok sono andato a vederlo perché non avevo niente da fare (per citare qualcuno), su 14 persone presenti 12 erano gay sicuro. Non sono riuscito a limonare comunque.
Purtroppo il tuo commento ha pesantemente influito sul giudizio e ora non mi viene nulla da dire se non che ho imparato una cosa:
dovrò prendermi un badante rumeno di trent'anni più giovane ed affidarmi a lui. Prospettiva allettante, peraltro.

Il cinefilante ha detto...

è un po' inquietante che le mie recensioni possano influire sulle vostre visioni. la prossima volta farò una doppia recensione sperando di non mandarvi in tilt! :-D