mercoledì 30 maggio 2012

Il dittatore


  • Lunedì 29 maggio 2012, Anteprima Cinema Barberini nell'omonima piazza



Intelligente e divertente, ironico fino al sarcasmo e senza nessuna traccia dell'odioso politically correct, il dittatore non lascia tregua allo spettatore per la valanga di battute al vetriolo e di situazioni che spaziano dal surreale al greve spinto, praticamente dai Monty Python ai Soliti Idioti passando per Zoolander.
Sacha Baron Cohen, talentuoso show-man di  matrice televisiva, finalmente riesce a fare cinema degno di questo nome, dopo Borat e Bruno, che erano nient'altro che una serie di sketch strampalati assemblati alla meno peggio, scrive una sceneggiatura assolutamente geniale in cui, facendo credere di parodiare un dittatore mediorientale, si prende la libertà di farsi beffe degli Stati Uniti e delle falsità del suo sistema politico.
Nessuno viene risparmiato in questo bailamme di personaggi pensati per dare ognuno il peggio di sé.
Alcuni momenti sono francamente irresistibili e destinati a entrare nella storia della comicità.
Direi da non perdere, senza indugio!

Abbinamento commovente per la scoperta di una pizzeria del tutto sconosciuta ma a livelli altissimi che merita una recensione a parte. Usciti dal cinema e facendo i primi commenti a caldo, il prode Ballestrero oltre ad aver partorito una delle sue sentenze più vere "la falsa modestia è la forma più subdola di orgoglio" ci consiglia di mangiare al ristorante attiguo al cinema. Si poteva pensare ad un posto acchiappa turisti ma il Ballestrero è una garanzia assoluta. Vera pizza napoletana e quando dico vera... dico vera... patatine fritte NON surgelate e tutta una serie di sfizioserie come la mozzarella in carrozza e napoletanità varie ed eventuali. Inoltre da segnalare, oltre i prezzi da pizzeria di quartiere, un servizio di una cortesia e di una professionalità raramente riscontrabili (purtroppo) nella nostra città.
Rimasta quasi scioccata dalla scoperta chiedo al cameriere "Quando avete aperto?"
Risponde "Sono undici anni signora...."
Ribatto "Con questa gestione?"
E devo dire che speravo mi rispondesse che in realtà la gestione era cambiata da soli 6 mesi, perché è incomprensibile come un posto del genere, in pieno centro e con una tale qualità, sia rimasto nascosto tutto questo tempo... invece la risposta è stata "Sì con questa gestione...".
Ecco a questo punto mi sento veramente di consigliare Terrazza Barberini, in via Barberini 16A tel 0642014596. Si entra dal bar/pasticceria sottostante, salite al primo piano e oltre ad una splendida pizza vi potrete pure godere il mangiare all'aria aperta con vista sulla fontana del Tritone....
E mi raccomando... fatemi sapere....



4 commenti:

nickoftime ha detto...

fantastico..è più lungo l'abbinamento che la recensione....questa è un altro pezzo di metascrittura che non se la tira!!

Old man ha detto...

Il film lo volevo già vedere assolutamente, la pizza ... in effetti nessunone ha mai parlato, sembra il classico posto acchiappa turisti (e anche non proprio a buon mercato, il bar al pianterreno)

Me lo segno

Ballestrero ha detto...

Cinefilante, grazie ancora per il treno merci di complimenti. Ribadisco che il film è stato divertentissimo (finalmente oggi sono riuscito a scriverne anche sul mio blog) e che altrettanto buona è la pizza della Terrazza Barberini.

Il cinefilante ha detto...

Per Nickoftime: bè... più che metascrittura si tratta di un fedele reportage!
Per Old man: fammi sapere! e se possibile cerca di vederlo in lingua originale con sottotitoli!
Per Ballestrero: non posso che replicare l'inchino con svolazzo di fronte alla tua reale modestia!